Contenuti coinvolgenti per il blog: come essere sul pezzo?

Contenuti coinvolgenti per il blog

Scrivere per il proprio blog (sia esso aziendale o meno) non è semplice. Una volta definito tema e focus su cui concentrare i contenuti è necessario essere attenti anche alle novità e ai trend del mondo che ti circonda che in gergo significa “essere sul pezzo”. Sappiamo bene che, infatti, il contenuto del tuo blog deve riuscire a coinvolgere l’utente e questo avviene anche parlando dei trend del momento.

Questo non significa cavalcare l’onda di ogni singolo fatto mediatico che potrebbe portare traffico al tuo sito (attività costantemente seguita da alcuni portali il cui fine è solo ed esclusivamente portarti al loro contenuto pubblicitario), ma avere le antenne ben alzate e pronte a recepire le novità che interessano il tuo utente tipo.

Come fare quindi ad essere sempre aggiornati e pronti?

Se non hai a disposizione una redazione, un team di collaboratori e, così come me, scrivi per il tuo blog o per alcuni portali, il mio consiglio è quello di aiutarti con alcuni semplici tool.

Esistono tanti tool per “essere sul pezzo” e scrivere contenuti coinvolgenti, più o meno professionali e efficaci. Io te ne consiglio quattro che reputo basilari e indispensabili. I primi tre ce li regala (nel vero senso della parola) Google.

  • Google alert è un servizio che ti permette di inserire alcune parole chiave da monitorare nel web. Appena Google le troverà ti invierà una mail (potrai decidere la frequenza, la zona da monitorare, eccetera). Puoi inserire temi specifici di cui ti occupi, ma è un servizio fantastico anche per tenere sotto controllo costante le eventuali mention che fanno su di te e il tuo brand!
  • Google trend in questo caso Google ti segnala quali contenuti stanno facendo tendenza nel web. Potrai filtrare per zona geografica e tipologia di piattaforma (intero web, youtube, eccetera). A cosa serve? Pensa se una delle tendenze fosse proprio un video, un contenuto in linea con quelli di cui parli tu! Ricorda che dobbiamo coinvolgere e far percepire di essere attenti anche a ciò che succede attorno a noi.
  • Google News che è veramente una bomba: raccogli tu stesso le news da tutto il mondo impostando i tuoi personali criteri di ricerca. Impossibile non “essere sul pezzo”! (da poco è stato chiuso in Spagna perché Google, secondo la nuova legge spagnola, avrebbe dovuto pagare i diritti sulla pubblicazione degli articoli online)
  • Feedly “è il luogo”, così come recita il payoff del sito, “in cui leggere i tuoi online magazine e blog preferiti”. Nel tempo ti sarà successo di selezionare siti e blog di riferimento che vuoi costantemente leggere. Come fare? In questo sito potrai salvare i loro nomi attraverso le URL, suddividerli per tematiche e andarli così a leggere più velocemente. L’ordine di lettura per ogni blog sarà dal post più recente.

Hai notato che sono tutti tool gratuiti? Questo ci fa capire quanto possa veramente valere in termini di qualità del nostro lavoro conoscere strumenti e supporti che ci aiutano concretamente a svolgerlo con efficacia. Grazie a questi strumenti sarai sempre informato su ciò che ruota attorno ai tuoi interessi principali: non dovrai più fare fatica a cercare le notizie, ma saranno le notizie che ti verranno a cercare! Comodo, no?

E ora tocca a te: conoscevi questi tool?
Buone condivisioni di contenuti “sul pezzo” ;-)

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato