BLAB, il video streaming nella strategia di web marketing

BLAB

Oggi vi racconto un’esperienza concreta ed entusiasmante che ho avuto con BLAB, piattaforma di video streaming che può essere di grande valore nella strategia di web marketing. È in versione beta, di conseguenza non posso giurare che rimarrà free come lo è ora e che tutto quello che vi racconto oggi sarà perfettamente mantenuto.

Vi dico come funziona e poi perché lo userei.

Una volta iscritti dobbiamo compilare il nostro profilo utente come se fosse un social network (che male non fa), in modo da presentarci sempre bene. Una volta preparato il nostro profilo, siamo pronti per entrare questo magico mondo. Il video streaming di BLAB assomiglia ad una videochiamata a più persone (come quella di Skype o Hangout, per intenderci) e possiamo aggiungere fino a 4 utenti per chiacchierare.

Che cos’ha che gli altri non hanno? È perfetta per il live tweeting (se non lo sapete, lo sottolineo, è un’attività per cui impazzisco).

Luca Bozzato (esperto di Linkedin) mi ha fatto scoprire lo strumento e io in cambio lo aiuto sia contribuendo con 140 caratteri alla volta, sia facendo da mediatore, così da non far perdere il filo a lui e ai suoi ospiti.

BLAB strategia web marketing

Si entra in BLAB attraverso l’account Twitter e quando inizia l’evento video, a destra è già pronta una finestrella con l’hashtag e gli account di chi partecipa alla discussione.

BLAB twitter

Se riuscite a far arrivare al vostro BLAB tanta bella gente, avrete sicuramente live tweeter gratis, visibilità esponenziale e contenuti di qualità. E le vostre videoregistrazioni potranno essere trovate sia su questa piattaforma che su Youtube. Possibilità di engangement esponenziale insomma.

Mentre state ascoltando potete fare domande usando il comando \Q nella colonna di destra, così ritroverete le domande anche a chiusura del BLAB stesso. Avete idea di quanti post per i vostri blog si possono scrivere con le domande degli utenti? Quale spunto migliore se non la curiosità di chi vi segue?

Ogni speeker ha un contatore di applausi in basso a destra e ogni volta che cliccate sulle manine accade quello che vedete nell’immagine della signora bionda qui sotto: si vede chi vi sta applaudendo e quante volte lo fa.

BLAB contenuti

Anche con Hangout potete dilettarvi nel live tweeting, fare domande, ottenere risposte e complimenti. Ma velocità e immediatezza di BLAB sono, per alcuni scopi, migliore.

Infine dalla schermata principale potete cercare ciò che vi piace di più e seguirlo. Non avete nulla da fare “On Air”? Ci sono argomenti che vi interessano ma non oggi? “Scheduled” o “Replays” e l’informazione è libera. Che bellezza!

BLAB web marketing

Ora che vi ho spiegato come partecipare, vi suggerisco quando e come usarlo.

  • Il vostro mercato è su Twitter: quanto può essere appetibile un contenuto proveniente direttamente da un utente che vi sta seguendo mentre parlate su BLAB, con un vostro hashtag e la vostra citazione?
  • State cercando di aumentare il vostro personal branding e vedete che in queste conversazioni ci sono persone già molto conosciute? Partecipate attivamente facendo domande e magari chiedendo di entrare in video (altra funzione speciale) così da poter risplendere accanto alle “celebrity” del caso.
  • Volete sapere cosa ne pensano i consumatori del prodotto X: invitateli a partecipare, accogliete le loro lamentele rispondendo loro e ritwittando le conversazioni. Potrete dimostrare che non avete la coda di paglia, che ci tenete a migliorarvi e che sapete gestire commenti negativi per essere sempre accanto al vostro consumatore.

Insomma, io vi invito a provare BLAB e a pensarlo nelle vostre strategie di web marketing e vi suggerisco di guardare come viene utilizzato in giro per il mondo: la spontaneità, la chiarezza di immagine e la possibilità di generare conversazioni sono fenomenali. E poi fatemi sapere com’è andata o invitatemi ai vostri BLAB!

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato