Strategia di comunicazione low budget: il mondo intorno a te (5)

Siamo arrivati al 5° step di questa mini-guida a puntate sulla strategia di comunicazione low budget (mai low cost!). Spuntiamo quindi l’elenco di ciò che è già stato fatto:

  • Analisi problematiche aziendali? Fatta
  • Analisi problematiche collaboratori/dipendenti? Fatta
  • Gestione e risoluzione propositiva dei conflitti? Fatto
  • Upgrade database clienti in ottica strategica? Fatto

Ora potremmo dire che il tuo “plotone” è pronto per la battaglia, conosce i propri limiti e i propri obiettivi. È arrivato insomma il momento di mettere il naso fuori dalla porta non solo per verificare i competitors, ma anche per percepire stili o tendenze di settori che magari col tuo mercato non hanno nulla a che fare e dai quali potresti comunque prendere spunto. Non puoi non interessarti, non puoi rimanerne fuori. Ricorda che tu sei l’imprenditore illuminato che vuole costruire un #futurosemplice per il proprio business, grazie a strumenti e consigli low budget e col supporto di un professionista della comunicazione.

Mi siedo e guardo il mondo: o chi?

Parti da un concetto di marketing veramente basic: il tuo competitor non è solo colui che vende il tuo stesso prodotto, ma colui che vende l’alternativa al tuo prodotto. Esistono cioè competitors diretti e indiretti. Ad esempio? Poniamo che la mia esigenza è quella di fare un viaggio da Milano a Roma, in genere scelgo di viaggiare in treno con Trenitalia, ma vorrei risparmiare (qui non si tratta solo di low budget ma della vera e propria ricerca di qualcosa di low cost!). Quali alternative potrei valutare?

Trenitalia vs Italo = competitors diretti
(Trenitalia + Italo) vs Compagnie aeree low cost = competitors indiretti

Esiste un metodo di ascolto low budget?

Certo! Inizia a utilizzare strumenti che ti vengono messi a disposizione gratuitamente mixandoci del tempo che devi necessariamente investire (e non spendere!), vediamo insieme quali sono:

  • Sai cos’è Google Alert? Un servizio di google che, dopo aver inserito le tue keywords ti avvisa ogni volta che nel web si cita quella parola. L’hai mai attivato?
  • Vai alle fiere o agli eventi di formazione di settore? Spesso si organizzano anche workshop gratuiti! Tutto serve per creare network e, credimi, anche una piccola frase può ispirare nuove idee!
  • Visiti forum in cui si parla dei prodotti che vendi? Entra in contatto diretto con i potenziali clienti, guarda e cerca di capire: di cosa si lamentano? Cosa invece li rende soddisfatti? Tu offri lo stesso servizio dei tuoi competitors?
  • Usa i social network con intelligenza! Entra in fan page, community, gruppi di Linkedin. Non per “spiare”, ma perché in questi luoghi troverai direttamente i tuoi competitors coi quali iniziare un dialogo costruttivo, una tavola rotonda, che ti possa permettere di confrontarti sinceramente col tuo mercato.
  • Acquisti riviste di settore? Sei abbonato a newsletter di associazioni? Hai in mente il detto “la legge non ammette ignoranza”? Ecco, se non ti informi, non diventi curioso e affamato di novità, se non affini la percezione di cosa potrebbe funzionare nel tuo settore non lo farà nessuno! (Ricordi? Qualcuno diceva “stay hungry…”)
  • Hai mai provato a fare un questionario? Così come avevi trovato molti punti che non andavano nella tu azienda, potresti ricevere molto feedback utili! Come fare? Ti segnalo due siti che potrebbero esserti di aiuto:
    SurveyMonkeys.com che permette di fare sondaggi online o via mail. Il profilo gratuito prevede al massimo 10 domande per sondaggio e un panel che non deve superare le 100 persone ma, volendo, l’upgrade a profili a pagamento (che comprendono più opzioni) ha un costo accessibile.
    Mailchimp.com gestisce layout grafici e invii di newsletter gratuitamente fino a 2000 utenti e anche qui l’upgrade nel caso necessiti di aumentare il database oltre i 2000 iscritti non è per nulla caro.

Ecco qui, un altro bel mattoncino è stato messo. Certo hai un bel po’ da lavorare, ma spero che questi consigli ti stiano concretamente aiutando.

Fammi sapere cosa ne pensi, per me è importante perché mi permetterà di migliorare questa guida. Hai applicato qualche consiglio? Hai avuto difficoltà? Confrontiamoci e continuiamo insieme a costruire il nostro #futurosemplice!

A presto!
Rosa

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

 

Commenti

  1. Pingback: Strategia di comunicazione low budget: il mondo intorno a te (5)

  2. Pingback: Strategia di comunicazione: il CRM - blog.artera.net

  3. Pingback: Immagine coordinata e logo aziendale - blog.artera.net